21/5 Approvata definitivamente direttiva Ue contro la plastica monouso

Lo scorso marzo era arrivato l’ok dell’Europarlamento, oggi è arrivato quello del Consiglio europeo alla nuova direttiva Ue che introduce restrizioni sui prodotti in plastica monouso. Adesso tocca ai singoli Stati membri, cui è demandata la concreta declinazione della direttiva,  adottarla nella propria normativa (qui il testo ufficiale).

In parte si tratterà di riduzioni al consumo – come nel caso di tazze per bevande e contenitori per alimenti – fino al divieto di immissione sul mercato per prodotti come bastoncini cotonati, posate, piatti, cannucce, agitatori per bevande e bastoncini per palloncini.

La direttiva – è bene ricordarlo – è nata per provare a porre un freno all’inquinamento provocato dai rifiuti marini che affollano i nostri mari.  Il commissario Ue all’Ambiente, Karmenu Vella ha ricordato che “La direttiva sulla plastica monouso affronterà il 70% dei rifiuti marini, evitando danni ambientali che costerebbero altrimenti 22 miliardi di euro al 2030.”