5/12 Più promozione Vino la risposta UE ai dazi USA

La Commissione europea proporrà ai Paesi membri un aumento del contributo Ue alle campagne di promozione per il vino dal 50 al 60% delle spese ammissibili, come prima risposta Ue alle tariffe Usa sui prodotti agroalimentari.

Le bozze di regolamento che saranno presentate oggi per una prima discussione autorizzano i produttori a cambiare i mercati target delle campagne di marketing in corso (ad esempio, spostandole dalla Cina agli Stati Uniti) e di estenderle oltre il limite previsto di 5 anni. I paesi potranno modificare i loro programmi nazionali, sempre nella parte promozione, durante l’anno ogni volta che sarà necessario. Le agevolazioni riguardano tutti i produttori europei, anche se i dazi Usa colpiscono solo le esportazioni da Germania, Francia, Spagna e Regno Unito. Vini sfusi, spumanti e in scatola con dispenser (bag-in-box) non subiscono le tariffe e non sono coperti dalle nuove norme proposte.