23/5 Meteorologia: svolta verso l’estate

Il sentiment climatologico sarebbe cambiato e l’Italia è meteorologicamente in transito verso l’estate anche se per avere tempo bello e temperature che si avvicinino a 30° si dovrà attendere tutta la prossima settimana a causa della rpesenza di unaa ferita barica sul Mediterraneo centrale, che rende prematuro definire con precisione l’entità dell’invadenza anticiclonica anche a causa di infilitrazioni fresche provenienti dal Nord Europa.

Instabilità significa situazioni altalenanti tra vivacità del maltempo e aumento delle temperature medie che diverranno significative dopo la fine di maggio, che rimarrà comunque uno di quelli più anomali della storia meteorologica dell’Italia.

Tra il 25 e 29 maggio si prevede l’arrivo di una perturbazione di origine atlantica che porterà piogge anche abbondanti sulla Val Padana settentrionale, sul Triveneto, sulle Marche, Abruzzo, Molise, Lazio e Sardegna.

Tra il 30 maggio e il 5 giugno salirà progressivamente da Sud a Nord l’invadenza di movimenti subtropicali, dapprima 30 il 31 sul Centro Sud e poi sulle restanti aree peninsulari. Valori termici in netto aumento con massime tra i 28 e i 30 gradi su gran parte dell’Italia, e potranno non mancare punte di 32-33 gradi sulle regioni tirreniche, in particolare Toscana, Umbria, Lazio, Campania e sulle Isole Maggiori.

Nel frattempo la formazione o meno di una forte figura anticiclonica ci dirà la consistenza delle condizioni di stabilità al bello che caratterizzeranno l’estate 2019.