23/5 Lactalis all’assalto del Parmigiano Reggiano

Il colosso alimentare francese Lactalis, che in Italia controlla i marchi Galbani, Vallelata e Parmalat per una quota di mercato pari a un terzo del settore lattiero-caseario italiano,  punta a rilevare il gruppo Nuova Castelli, che è il principale esportatore italiano di parmigiano reggiano.

Nuova Castelli, che è a sua volta di proprietà del fondo britannico Charterhouse, inizialmente era in cerca di un partner finanziario da 40-50 milioni, ma avrebbe poi maturato la decisione di vendere. In campo ci sarebbe anche l’offerta del gruppo italiano Granarolo. Nel 2018 la società ha avuto un fatturato di 460 milioni, con 27 milioni di ebitda e 190 milioni debito, di cui però 100 milioni garantiti alle banche con forme di parmigiano reggiano, che comprende anche i risultati di due controllate. Alival, fondata nel 1982 e con sede a Ponte Buggianese in provincia di Pistoia, è uno dei leader nel settore dei formaggi a pasta filata; North Coast, nata nel 1992 a Pruszków, vicino Varsavia, è una realtà specializzata nella distribuzione di prodotti alimentari.

“Faremo di tutto per tutelare l’agroalimentare italiano dall’assalto delle multinazionali straniere. Il Parmigiano Reggiano è uno dei prodotti più rappresentativi del made in Italy, un vanto della nostra eccellenza gastronomica riconosciuto in tutto il mondo. Si tratta di un marchio storico che va difeso senza se e senza ma”. Il Ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Sen. Gian Marco Centinaio ha commentato così le indiscrezioni di stampa. “Non possiamo permetterci che sempre più mani straniere controllino i nostri prodotti italiani. La nostra storia va preservata. I nostri marchi storici devono rimanere dentro i nostri confini nazionali”, conclude il Ministro.