21/1 Fondi europei: bandi 2020 per la promozione dei prodotti agricoli

Aperti fino a metà aprile i nuovi bandi europei per la promozione dei prodotti agroalimentari nel mercato interno e nei paesi terzi. A disposizione 181,4 milioni di euro.

La Commissione UE ha pubblicato, nell’ambito del programma di lavoro 2020 per la promozione dell’agrifood UE presentato lo scorso novembre, le call per finanziare azioni di informazione e di promozione riguardanti i prodotti agricoli realizzate nel mercato interno e nei paesi terzi.

Le risorse disponibili ammontano a 181,4 milioni di euro, ripartiti tra due bandi:

  • call per progetti semplici: 95 milioni di euro;
  • call per progetti multipli: 86,4 milioni di euro.

Gli obiettivi del programma di lavoro 2020

Scopo delle proposte è aumentare la competitività e il consumo dei prodotti agroalimentari dell’Unione, ottimizzarne l’immagine e aumentare la loro quota di mercato nei paesi interessati.

Particolare attenzione spetta alle campagne che informeranno i consumatori dell’UE e del resto del mondo dei vari regimi e delle diverse etichette di qualità dell’Unione, quali le indicazioni geografiche o i prodotti biologici.

Infine, all’interno del sistema Europa, l’accento è posto sulla promozione di un’alimentazione sana e sull’aumento del consumo di frutta e verdura fresca nel quadro di una dieta alimentare equilibrata.

Politica Agricola Comune: De Castro, riforma PAC non prima del 2023

Chi può partecipare ai bandi 2020

I bandi sono rivolti ad un’ampia gamma di organismi, come organizzazioni professionali o interprofessionali, organizzazioni di produttori o associazioni di organizzazioni di produttori, organismi del settore agroalimentare che hanno sede negli Stati membri dell’UE.

Per i progetti semplici le proposte possono essere presentate da una o più organizzazioni, tutte provenienti dal medesimo Stato membro dell’UE.

Per i progetti multipli, invece, le proposte sono presentate da:

  • almeno due organizzazioni di cui alle lettere a), c) o d) dell’articolo 7, paragrafo 1, del regolamento (UE) n. 1144/2014, provenienti da almeno due Stati membri; oppure
  • una o più organizzazioni dell’Unione di cui alla lettera b) dell’articolo 7, paragrafo 1, del regolamento (UE) n. 1144/2014.

Cosa finanziano i bandi UE

I bandi finanziano diverse azioni di informazione e di promozione, dalla pubblicità all’organizzazione di eventi stampa, con riferimento ad una serie di tematiche previste dal programma di lavoro 2020 per la promozione dei prodotti agroalimentari:

Programmi semplici

  • Tema 1 – Programmi di informazione e di promozione destinati a rafforzare la consapevolezza e il riconoscimento dei regimi di qualità dell’Unione quali definiti all’articolo 5, paragrafo 4, lettere a), b) e c), del regolamento (UE) n. 1144/2014
  • Tema 2 – Programmi di informazione e di promozione destinati a mettere in evidenza le specificità dei metodi di produzione agricola nell’Unione e le caratteristiche dei prodotti agroalimentari europei e dei regimi di qualità di cui all’articolo 5, paragrafo 4, lettera d), del regolamento (UE) n. 1144/2014
  • Tema 3 – Azioni di informazione e di promozione destinate a uno o più dei seguenti paesi: Cina (compresi Hong Kong e Macao), Giappone, Corea del Sud, Taiwan, regione del sud-est asiatico o Asia meridionale
  • Tema 4 – Programmi di informazione e di promozione destinati a uno o più dei seguenti paesi: Canada, Stati Uniti o Messico
  • Tema 5 – Programmi di informazione e di promozione destinati ad altre zone geografiche
  • Tema 6 – Programmi di informazione e di promozione destinati a qualsiasi paese terzo sulle carni bovine come definite all’allegato I, parte XV, del regolamento (UE) n. 1308/2013.

Programmi multipli

  • Tema A – Programmi di informazione e di promozione destinati a rafforzare la consapevolezza e il riconoscimento dei regimi di qualità dell’Unione; oppure Programmi di informazione e di promozione destinati a mettere in evidenza le specificità dei metodi di produzione agricola nell’Unione e le caratteristiche dei relativi prodotti agroalimentari nonché dei regimi di qualità
  • Tema B – Programmi di informazione e di promozione che mirano ad aumentare il consumo di frutta e verdura fresca nel mercato interno nel contesto di abitudini alimentari corrette ed equilibrate
  • Tema C – Programmi di informazione e di promozione destinati a qualsiasi paese terzo.

Le domande devono essere presentate entro il 15 aprile 2020, ore 17:00 CET.