11/6 WMO: una nuova strategia per l’idrologia e le risorse idriche

Lo stress idrico, i rischi legati all’acqua e la qualità dell’acqua pongono sfide crescenti alla società moderna. Eppure, la capacità di monitorare e gestire questa risorsa vitale è frammentata e inadeguata.

L’Organizzazione meteorologica mondiale (WMO) ha quindi deciso di dare maggiore priorità al rafforzamento dei servizi idrologici operativi e al miglioramento del monitoraggio e delle previsioni. Questa è la chiave per affrontare i problemi di acqua troppo, troppo poco o troppo inquinata e supporta la gestione operativa, la pianificazione e le decisioni da prendere.

Il World Meteorological Congress – il principale organo decisionale del WMO – ha approvato la strada da percorrere verso una nuova visione e strategia per l’idrologia e le risorse idriche dopo una speciale Assemblea Idrologica , che ha sentito chiamate a “contare ogni goccia perché ogni goccia conta”.

“Dobbiamo pensare all’acqua come al nostro bene più prezioso del pianeta”, ha dichiarato il presidente del WMO David Grimes (Environment and Climate Change Canada). “L’impatto dei cambiamenti climatici significa che non c’è tempo, ma ora di organizzarci per aiutare i responsabili decisionali di tutto il mondo ad affrontare una questione così importante. “

Il Congresso ha approvato otto ambizioni a lungo termine che dovrebbero guidare lo sviluppo delle attività WMO rilevanti per l’acqua:

  1. Nessuno sia sorpreso da un’inondazione;
  2. Tutti siano pronti per la siccità;
  3. Idro-clima e raccolta dati meteorologici base per l’agenda sulla sicurezza alimentare;
  4. Aiutare la scienza con dati di alta qualità;
  5. La scienza fornisce una base solida per l’idrologia operativa;
  6. Sviluppare una conoscenza approfondita delle risorse idriche del nostro mondo;
  7. Supportare lo sviluppo sostenibile con informazioni che coprono il ciclo idrologico completo;
  8. Conoscere la qualità dell’acqua.

Il Congresso ha anche concordato di aumentare il coinvolgimento e la partecipazione della vasta comunità idrologica nelle attività WMO come parte della prevista riforma dell’ente e delle sue strutture di governance verso un approccio ai sistemi terrestri più integrato che comprende servizi più integrati di clima, clima, acqua, ambiente e oceano.

“Vogliamo aprire le porte più ampie per la comunità idrologica in futuro”, ha dichiarato il segretario generale del WMO Petteri Taalas.

In molti paesi, i servizi meteorologici e meteorologici sono separati dai servizi idrologici e idrici. La cooperazione tra questi servizi e con gli utenti è una chiave per fornire informazioni integrate e complete necessarie per supportare il processo decisionale intelligente per l’acqua.

Il cambiamento climatico, l’urbanizzazione e l’inquinamento fanno sì che le risorse idriche siano stressate come non mai. I rischi legati all’acqua come la siccità e le inondazioni stanno diventando più gravi, e una percentuale molto maggiore delle precipitazioni annuali si sta ora manifestando in eventi di precipitazioni estreme, piuttosto che diffondersi più uniformemente durante tutto l’anno. La maggior parte dei fiumi e dei corpi d’acqua dolce sono transfrontalieri e le decisioni di un paese sulla gestione delle risorse idriche hanno spesso implicazioni per altri paesi, rendendo l’acqua una potenziale fonte di pace e conflitto.

Eppure, molti paesi non hanno la capacità di monitorare e analizzare i dati rilevanti. Ciò significa che le decisioni relative a grandi progetti infrastrutturali come dighe o impianti idroelettrici e pianificazione urbana vengono spesso effettuate sulla base di informazioni obsolete o incomplete.

Per la prima volta, il Congresso meteorologico mondiale quadrennale ha quindi ospitato una speciale Assemblea idrologica di tre giorni, a cui hanno partecipato 100 partecipanti provenienti da oltre 50 paesi, per discutere una tabella di marcia per garantire un monitoraggio sostenibile e un supporto decisionale per la gestione delle risorse idriche e per sostenere riduzione del rischio di catastrofi.