10/6 Iniziativa “Rural4Agrari”: in Puglia parte la Fase RuralGOOD

Lo scorso 1 aprile 2019 ha preso il via la seconda edizione dell’iniziativa “Rural4Agrari”, nell’ambito del Piano di Comunicazione del PSR Puglia 2014-2020, con risorse a valere sulla Misura 20. Dopo il successo della prima edizione in cui sono stati coinvolti 12 Istituti e circa cinquecento studenti, quest’anno il progetto coinvolge ben 15 Istituti e più di seicento studenti di tutto il territorio pugliese. Dopo il seminario introduttivo rivolto ai docenti svoltosi a marzo, nella prima fase del Rural Good si sono svolti gli incontri tematici presso le scuole, in collaborazione con i referenti del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (CREA) di Bari. In questa fase, terminata il 12 aprile, gli studenti hanno partecipato attivamente ai laboratori su “attori locali e reti di un’azienda multifunzionale”. Questi temi sono stati poi ripresi nel corso delle visite aziendali, finalizzate alla formazione sul campo e all’incontro con gli imprenditori agricoli. Tutte le visite, svolte nella prima metà di maggio, dal 2 al 17, sono state anche una preziosa occasione per conoscere le molteplici opportunità che l’agricoltura può offrire in termini di sostenibilità ambientale, alimentare, economica e sociale. I casi studio hanno interessato tutto il territorio pugliese e coinvolto complessivamente dieci aziende, quali esempi di multifunzionalità in agricoltura. Queste le aziende coinvolte: Azienda Agricola Cascina Savino di Foggia, Azienda Agricola Agriturismo Fariello di Quasano – Toritto (Ba), Azienda Agricola Agriturismo Madonna dell’Assunta di Altamura (Ba), Azienda Agricola Biologica La Lunghiera di Turi (Ba), Azienda Agricola Masseria Sant’Angelo di Piccoli di Mottola (Ta), Azienda Agricola Masseria Scialpi di Martina Franca (Ta), Upal di Cisternino (Br), Agriturismo La Tredicina di Francavilla Fontana (Br), Azienda Agricola Pezza Viva di Torre Santa Susanna (Br), Azienda Agricola Biologica e Agricampeggio Fontanelle di Otranto (Le).
Tutti i casi studio sono stati un importante momento di approfondimento tematico per gli studenti nonché una preziosa opportunità per le aziende per ampliare la rete locale per lo sviluppo territoriale. Inoltre, per la Regione Puglia è stato un fondamentale momento di confronto e consolidamento della rete attivata grazie al progetto “Rural4Learning” che ha consentito l’incontro tra Enti, Istituzioni Scolastiche e Aziende e ha contribuito a diffondere la conoscenza delle politiche comunitarie e regionali.